vai al contenuto

Finanziamenti Cattivi Pagatori

 
nome prodotto:
Cessione del Quinto - Prestito Delega
banca:
AGOS S.p.A.
durate:
Finanziamenti Da 1 Anno A 10 Anni
cos'è Finanziamenti Cattivi Pagatori:

Un consiglio per tutti coloro che sono segnalati come cattivi pagatori.

che lavoro fai?

dicono di noi

Ho chiesto tanti preventivi ma il vostro era il migliore, mi sono fidata e ho fatto bene. Grazie mille.

Nov 07, 2014 da Simona Tedeschi

Ho chiesto tanti preventivi ma il vostro era il migliore, mi sono fidata e ho fatto bene. Grazie mille.


Hikkihfin Srl - Finanziamenti a Dipendenti e Pensionati , USA 0.0 0.0 0 0 Reviews for my site







Accetti la privacy ? (Leggi)
 Do il consenso Marketing

maggiori informazioni su:

Finanziamenti Cattivi Pagatori

Finanziamenti Cattivi Pagatori

Un consiglio per tutti coloro che sono segnalati come cattivi pagatori.

Questa è la sezione adatta per tutti coloro che sono considerati “Non finanziariamente affidabili”dalle Banche e vedremo di spiegare i finanziamenti per i Cattivi Pagatori (Finanziamenti Cattivi Pagatori).

Sono considerati cattivi pagatori tutti coloro che hanno avuto i seguenti problemi:

  • assegni scoperti;
  • ritardi nel pagamento dei finanziamenti;

Questo nel 100% dei casi ha provocato una inevitabile segnalazione nelle Banche Dati ( dette anche Centrali Rischi).

E’ da queste Centrali di Rischi ( ora denominate S.I.C. Sistemi di Informazioni Creditizie ) che gli Istituti di Credito, verificano gli eventuali problemi dei richiedenti, negando loro il finanziamento. Vediamo come richiedere i Finanziamenti Cattivi Pagatori.

 

Cosa dovete fare se siete inseriti in queste Banche Dati e volete comunque ottenere credito ( Finanziamenti Cattivi Pagatori )?

Innanzitutto dovete essere Dipendenti o Pensionati per richiedere Finanziamenti Cattivi Pagatori.

Le uniche due soluzioni che avete, se siete Dipendenti o Pensionati, per ottenere un finanziamento (Finanziamenti Cattivi Pagatori) sono:

  1. La Cessione del Quinto dello stipendio o della pensione: la rata del finanziamento verrà trattenuta direttamente sullo stipendio (caso dipendenti privati, pubblici, statali) o sulla pensione ( caso pensionati). Sarà il datore di lavoro o Ente Pensionistico ad effettuare mensilmente i pagamenti delle rate alla Finanziaria.
  2. La Delegazione di Pagamento: possono richiederla solo i dipendenti privati, pubblici e statali che hanno già una cessione del quinto in busta paga.

Le caratteristiche della Cessione del Quinto (Finanziamenti Cattivi Pagatori) e della Delegazione di Pagamento (Finanziamenti Cattivi Pagatori) sono le stesse. Vi invitiamo a visitare le pagine relative alle due tipologie di prodotto.

Infatti i Finanziamenti Cattivi Pagatori (La Cessione del Quinto e il Prestito Delega) possono essere richiesti anche da coloro che sono segnalati, pignorati o protestati. Questi due Finanziamenti Cattivi Pagatori hanno la caratteristica che non vengono visualizzati in CRIF come per i prestiti personali.

Vi domanderete come sia possibile attraverso i Finanziamenti Cattivi Pagatori dare credito a persone che hanno avuto problemi in passato nella restituzione dei prestiti. Semplicemente perché con i Finanziamenti Cattivi Pagatori le rate del prestito vengono trattenute direttamente sullo stipendio o sulla pensione in caso di pensionato. Sarà il Datore di Lavoro o l’Ente Pensionistico a rimettere mensilmente alla Banca le rate trattenute.

 

Cosa sono le Centrali di Rischio (SIC) e come funzionano?

Come già accennato in precedenza le Centrali di Rischio (ora chiamate SIC) sono gli organismi in cui vengono inseriti i nominativi e i dati di tutti coloro che richiedono finanziamenti. Viene tenuta traccia anche di eventuali ritardi nei pagamenti dei finanziamenti.

In altre parole questi Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) sono archivi che raccolgono informazioni in merito all’apertura e all’andamento del rapporto di credito e possono essere di due tipi:

  • Pubbliche: la Centrale Rischi della Banca d’Italia che registra tutte le esposizioni superiori a 75.000,00 Euro e la SIA (Società Interbancaria per l’Automazione) che raccoglie le esposizioni da Euro 31.246 ad Euro 75.000,00.
  • Private:  sono gli archivi che registrano le esposizioni sotto i 31.246,00 Euro e consultate da Banche e Finanziarie per verificare l’affidabilità e la puntualità nei pagamenti. E’ grazie alla consultazione di questi archivi che le Banche e Finanziarie valutano la possibilità di concedere o meno credito al consumo,prestiti e finanziamenti in qualsiasi forma tecnica.

Le informazioni sono gestite in modo centralizzato da una persona giuridica, un ente, un’associazione o altro organismo; tali informazioni sono consultabili solo dai soggetti che vi aderiscono su base volontaria e che le comunicano . L’attività dei SIC privati è disciplinata dal “Codice di deontologia” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 23 dicembre 2004 ed emanato in attuazione del “Codice sulla privacy” (D. lgs. n.196/2003). Il Codice di deontologia è stato sottoscritto dai gestori dei SIC, dai rappresentanti degli enti finanziari, da alcune associazioni dei consumatori e dal Garante per la protezione dei dati personali.

 

In Italia operano i seguenti SIC: Experian, Consorzio Tutela Credito, Crif, e Assilea.

Questi sistemi informativi raccolgono le seguenti informazioni:

  • Al momento della richiesta di un finanziamento ( Dati anagrafici,  importo richiesto, società erogante)
  • Al momento dell’accettazione del finanziamento (Importo concesso, piano ammortamento del prestito etc…)

Come già precedentemente riportato tali archivi contengono anche informazioni creditizie di tipo negativo ( Ritardi etc..) , che riguardano soltanto rapporti di credito per i quali si sono verificati inadempimenti;

Nel caso dell’archivio denominato CRIF, chi volesse può liberamente verificare la propria posizione inviando un richiesta scritta al numero di fax 051/6458940.

Non è possibile ottenere ( per ovvie ragioni di privacy) le informazioni per telefono.

 

Tempi di cancellazione dalla CRIF

I tempi di cancellazione dall’archivio CRIF sono ben precisi come riportato di seguito:

Se le richieste di finanziamento vengono rifiutate dalla Banca o dal cliente le informazioni vengono conservate per un mese ( E’ sconsigliato in caso di rifiuto del finanziamento da parte di una Banca richiedere nuovamente un prestito attraverso un altro Istituto. In questo modo si peggiora la posizione del cliente in CRIF.).

Nei casi di morosità e ritardi di pagamento i dati vengono conservati per i tempi sotto indicati:

Un anno, se il ritardo di pagamento ha riguardato al massimo 2 rate e nel caso ovviamente non si registrino altri ritardi;

Due anni, se il ritardo di pagamento ha riguardato più di 2 rate o si è prolungato per più di 2 mesi e sempre nel caso in cui non si registrino altri ritardi;

Tre anni dalla data di scadenza del contratto se invece il tardo non è stato poi sanato;

I prestiti conclusisi positivamente, infine, vengono conservati per 3 anni dalla data di scadenza del contratto.

Sottolineiamo che non è possibile cancellare tali informazioni prima dei tempi sopraindicati. Diffidate quindi da coloro che a fronte di elevati compensi prospettano cancellazioni immediate.

Questi meccanismi non fanno altro che aggravare la posizione dei clienti nei confronti della CRIF.

 

Messaggio pubblicitario che presenta il “Prestito contro cessione del quinto dello stipendio/pensione” o “Delegazione di Pagamento” della Agos Spa destinato ai dipendenti/pensionati. Per ulteriori informazioni basta recarsi presso un’agenzia autorizzata Hikkihfin Srl in cui gli Agenti in Attività Finanziaria lo promuovono e lo collocano in esclusiva, dove sono disponibili il Modulo informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori (SECCI) e copia del testo contrattuale.  In alternativa è possibile richiedere online il finanziamento compilando il form in alto, dopo aver letto con attenzione la documentazione presente in questa pagina (clicca qui). La richiesta del prestito è soggetto ad approvazione di Agos S.p.A.

 

La Documentazione è disponibile in formato pdf. 

Se non si possiede Adobe Acrobat Reader per la lettura del formato pdf, è possibile scaricarlo qui

Prema qui per inserire il suo commento.


Inserisca il suo commento
* Required Field